Economia & FinanzaPolitica interna

Digitalizzazione, finalmente si inizia. Contributi a fondo perduto per le PMI liguri (link nell’articolo)

Genova pioniera nella digitalizzazione della logistica. Fino al 50% dei contributi a fondo perduto. “Lo scopo? Migliorare logistica e sicurezza della filiera”: così l’ass. Alessio Piana,

La Liguria si colloca in testa all’innovazione, diventando la prima regione italiana a implementare una misura specifica per la digitalizzazione della logistica nell’ambito della programmazione comunitaria del Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr). Questa iniziativa rappresenta un’opportunità senza precedenti per le micro, piccole e medie imprese del settore, permettendo loro di accedere a contributi a fondo perduto al 50% degli investimenti compiuti per innovare e automatizzare il processo logistico.

L’assessore regionale allo Sviluppo economico con delega a porti e logistica, Alessio Piana, sottolinea l’importanza cruciale di porti e logistica per lo sviluppo economico ligure. Afferma: “La crescita infrastrutturale ci consente di intercettare nuovi traffici e di rendere la nostra comunità competitiva a livello internazionale. Con questo nuovo bando, miriamo a migliorare l’efficienza e la sicurezza dell’intera filiera logistica, offrendo contributi a fondo perduto che possono raggiungere i 300 mila euro in alcuni casi.” La dotazione iniziale del bando regionale è di un milione di euro, destinato a sostenere gli investimenti delle imprese.

Sono ammissibili spese per attrezzature, impianti, componenti, sistemi, programmi informatici e l’acquisto di software dedicati alla gestione, controllo e programmazione del processo logistico. Gli interventi previsti includono l’implementazione di piattaforme di interscambio e gate automation, la digitalizzazione di strumenti predittivi e gestionali, l’innovazione e l’automazione delle manovre ferroviarie e della trazione, nonché l’applicazione di blockchain alla catena logistica.

Piana sottolinea l’attenzione particolare alle micro e piccole imprese, fissando a 15 mila euro la soglia degli investimenti minimi per accedere all’agevolazione regionale. I richiedenti possono presentare domanda sullo sportello ‘Bandi On Line’ di Filse dal 29 gennaio al 15 febbraio 2024.

La procedura informatica sarà disponibile in modalità off-line dalle 14 del 22 gennaio. Gli investimenti devono essere conclusi e rendicontati entro 8 mesi dalla data di concessione, comunque entro il 30 novembre 2024.

CS POLARIS

Polarità - Assalto culturale - Autonomie. Il primo Think Thank italiano al servizio della comunità nazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Language